Cerca

Bonifica Trabonella. Dove sono i soldi?

Zurli e Scarantino«Cosa ne è stato del finanziamento per la bonifica della miniera Trabonella? »: a porsi l’interrogativo sono il presidente dell’associazione “Amici della Miniera”, Mario Zurli, ed il presidente dell’associazione “Visual Voyager”, Ubaldo Scarantino. Quest’ultimi, infatti, sottolineano l’importanza di recuperare il “giacimento” presente a circa dieci chilometri da Villaggio Santa Barbara e parlano di un finanziamento da 500.000 euro previsto già nel 2006 dal Ministero dei Beni Culturali che, tuttavia, a quanto pare non è ancora arrivato. Zurli, presidente dell’associazione composta da molti tecnici e minatori, in particolare, spiega: «Quella di Trabonella è una miniera che il Comune di Caltanissetta ha acquistato nel 1995, proprio grazie all’interessamento dell’associazione “Amici della Miniera”.
Si tratta di 75 ettari ceduti per 109 milioni di vecchie lire, pochissimo se consideriamo che la Provincia ha acquistato la miniera Trabia per 500.000 euro. Bisogna dire, però, che Trabonella è l’unica miniera recuperabile, anche in sottosuolo». Zurlì, così, continua: «Dopo aver acquistato la miniera, il Comune si era impegnato a recuperarla a scopo turistico e museale. Dal 1995, però, sono passati 17 anni e 4 sindaci: nulla è stato fatto, anzi. La miniera, via via, si va degradando». Il presidente di “Amici della Miniera”, poi, parla del finanziamento del Ministero dei Beni Culturali: «L’associazione ha anche predisposto un progetto, a titolo gratuito, per incoraggiare un recupero del giacimento, ma niente da fare.
Circa sette anni fa, inoltre, la Magistratura aveva posto la miniera sotto sequestro, a causa della presenza di lastre di eternit. E’ stata dissequestrata perché il Comune presentò un progetto di bonifica al Ministero dei Beni Culturali che, nel 2006, ha stanziato 500.000 euro. Tale somma è stata destinata all’assessorato regionale competente, ma al Comune di Caltanissetta non è mai arrivata». A questo punto, interviene il presidente di “Visual Voyager”, Scarantino: «Vogliamo sapere dove sono finiti questi soldi e perché non sono stati spesi. Se non viene fatta la bonifica, non si può neanche pensare al progetto di recupero della miniera». Riprende, infine, il presidente Mario Zurli, affermando: «Lo scorso anno abbiamo raccolto 7.300 firme per far partire un progetto di recupero e bonifica di Trabonella. Si tratta di un’attività che darebbe lavoro a diversi giovani come guide turistiche e che farebbe divenire la Trabonella meta di visite scolastiche da tutta Italia. Inoltre, segnaliamo che il cancello d’ingresso di Trabonella è rimasto aperto e che chiunque può entrare. C’è l’interesse a recuperarlo? ».

La Sicilia, Claudio Costanzo
 

Scuole

L'associazione propone attività educative alle scuole al fine di far conoscere alle nuove generazioni il mondo delle miniere.

Presto online

Progetti

Un patrimonio da riscoprire e valorizzare. I progetti di recupero dell'associazione per ridare alla comunità pezzi di storia perduta.

Vai alla sezione...

Itinerari

Storia, natura, arte. Il periodo delle miniere ha lasciato al centro della Sicilia posti meravigliosi tutti da riscoprire.

Vai alla sezione...

Free business joomla templates