Cerca

Rassegna stampa

Cimitero minatori, il Comune acquista il terreno

Cimitero MinatoriIl Comune si appresta ad acquisire il terreno di contrada “Juncio-Gessolungo” dove c’è il monumento con il cimitero dei 65 minatori, tra cui molti “carusi”, che morirono nella sciagura del 12 novembre 1881 avvenuta nella vicina zolfara. Si appresta a farlo a distanza di quasi 4 anni da quando fu avviata la pratica e malgrado dallo stesso tempo sia stata impegnata nel bilancio comunale, ed è disponibili sin da allora, la spesa necessaria.
Fu infatti il 15 dicembre 2008 che Salvatore Dinaro dichiarò la disponibilità a cedere al Comune una porzione di terreno di circa 1.700 metri quadrati del fondo di sua proprietà dove si trovano il monumento e il cimitero.
Fu anche concordato il prezzo di vendita pari a 7.500 euro per la vendita e la somma venne impegnata con delibera della Giunta comunale del 18 aprile 2009 con la quale fu anche impegnata la ulteriore somma di 2.000 euro per spese notarili e 5.024,28 euro per contributo all’associazione “Amici della miniera” per ottemperare ad alcune condizioni che il Dinaro aveva posto per la vendita. Leggi tutto...
 

Rifiuti gettati nell’ex miniera Gessolungo. Cinque a giudizio

Rifiuti alla GessolungoRinviati a giudizio i cinque nisseni filmati dalla Polizia municipale mentre abbandonavano rifiuti nell’ex miniera Gessolungo. Saranno processati in autunno i nisseni Calogero Palermo di 38 anni, Angelo e Giuseppe Savoia – padre e figlio di 58 e 25 anni – Salvatore Guagenti di 50 anni e il trentatreenne Lorenzo Cinquerughe, accusati di trasporto e smaltimento di rifiuti. Così ha deciso il Gup Lirio Conti durante l’udienza preliminare che si è svolta ieri e in cui il Comune di Caltanissetta - assistito dall’avv. Michele Micalizzi - è stato ammesso parte civile. Il dibattimento contro i cinque imputati (difesi dagli avvocati Dino Milazzo, Davide Schillaci e Maria Giambra) comincerà il 5 novembre davanti al giudice monocratico Marco Sabella. Altri quattro indagati nei mesi scorsi hanno già patteggiato la pena. Tutti e nove sono stati monitorati dai vigili urbani del Nucleo Ambientale che, tra giugno e novembre dell’anno scorso, hanno registrato - attraverso una telecamera nascosta - il loro ingresso con camion, furgoni e auto nello stabilimento minerario abbandonato da anni e trasformato in una discarica. Nel piazzale di Gessolungo gli imputati avrebbero scaricato illecitamente rifiuti d’ogni genere, compreso eternit, sfabbricidi, recipienti di plastica e anche scarti di potatura.

La Sicilia, VA. MA.
 

Bonifica Trabonella. Dove sono i soldi?

Zurli e Scarantino«Cosa ne è stato del finanziamento per la bonifica della miniera Trabonella? »: a porsi l’interrogativo sono il presidente dell’associazione “Amici della Miniera”, Mario Zurli, ed il presidente dell’associazione “Visual Voyager”, Ubaldo Scarantino. Quest’ultimi, infatti, sottolineano l’importanza di recuperare il “giacimento” presente a circa dieci chilometri da Villaggio Santa Barbara e parlano di un finanziamento da 500.000 euro previsto già nel 2006 dal Ministero dei Beni Culturali che, tuttavia, a quanto pare non è ancora arrivato. Zurli, presidente dell’associazione composta da molti tecnici e minatori, in particolare, spiega: «Quella di Trabonella è una miniera che il Comune di Caltanissetta ha acquistato nel 1995, proprio grazie all’interessamento dell’associazione “Amici della Miniera”.
Leggi tutto...
 

Tempi lunghi per la bonifica a Gessolungo

discarica abusiva miniera gessolungo caltanissettaAltri nomi a breve potrebbero entrare nel dossier della Procura che indaga sull'inquinamento dell'ex miniera Gessolungo. Altri avvisi di garanzia, che vanno ad aggiungersi ai 9 notificati nei giorni scorsi dai vigili urbani del Nucleo di Polizia ambientale che, con gli investigatori della sezione sanità della Procura, hanno individuato coloro che scaricavano rifiuti nello stabilimento minerario abbandonato.

Incastrati dalle telecamere nascoste nei punti strategici della miniera, da gennaio di quest'anno la Polizia municipale ha monitorato l'andirivieni di numerose persone - tutti nisseni - che laggiù hanno abbandonato scarti di potatura, detriti, copertoni, recipienti d'eternit e molto altro ancora.

Ai 9 indagati, peraltro, il Gip Alessandra Giunta che ha ordinato il sequestro dei mezzi usati per lo scarico di rifiuti, in relazione all'aggravante disciplinata dal decreto legge col quale è stato dichiarato lo stato di emergenza per i rifiuti. E in Sicilia il decreto è in vigore dal 9 luglio 2010 e lo sarà fino al dicembre 2012.

Ma si preannunciano tempi lunghi per la bonifica del sito che è stato sequestrato. Nei prossimi giorni i tecnici dell'Arpa, Asp e della Provincia dovranno eseguire la classificazione dei rifiuti depositati e successivamente rimuoverli.

01 dicembre 2011, La Sicilia

 

Nove indagati per la discarica a Gessolungo

rifiuti alla miniera gessolungoRifiuti di ogni tipo nell'ex miniera Gessolungo: gli imbrattatori immortalati dalle telecamere Discarica, nove indagati

Strano ma vero, ma nell'ex miniera Gessolungo qualcuno è stato capace di abbandonare una vecchia barca. Basta visitare il sito per vedere che, tra rifiuti di ogni genere e grado di pericolosità abbandonati nel sito, c'è pure la barchetta carica di sfabbricidi, materassi, laminati e copertoni d'auto. È risaputo che l'antico stabilimento minerario da anni è stato trasformato in una discarica abusiva, mentre è storia recente che nove nisseni sono indagati per avere inquinato lo storico sito, in particolare per trasporto e smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi non essendo autorizzati a farlo. Ma non è tutto: nell'indagine dei vigili urbani della sezione Ambientale e della sezione sanità della Procura avviata per scoprire gli "sporcaccioni" di Gessolungo, si preannunciano clamorosi sviluppi.

Leggi tutto...
 

Pagina 1 di 3

Scuole

L'associazione propone attività educative alle scuole al fine di far conoscere alle nuove generazioni il mondo delle miniere.

Presto online

Progetti

Un patrimonio da riscoprire e valorizzare. I progetti di recupero dell'associazione per ridare alla comunità pezzi di storia perduta.

Vai alla sezione...

Itinerari

Storia, natura, arte. Il periodo delle miniere ha lasciato al centro della Sicilia posti meravigliosi tutti da riscoprire.

Vai alla sezione...

Free business joomla templates