Cerca

Disgrazie in miniera

I grandi incidenti nelle principali zolfare di Caltanissetta

L'altissima concentrazione di miniere di zolfo, Caltanissetta era la monopolista mondiale di zolfo, e l'arcaico metodo di estrazione del minerale sono le concause di un triste primato per quanto riguarda i disastri avvenuti in miniera in Italia. In fondo alla pagina è riportata una tabella dei maggiori incidenti minerari avvenuti in Italia dalla quale ci si rende conto che Caltanissetta ha dovuto pagare più di tutte le altre città italiane un prezzo di sangue davvero alto. In queste righe elenchiamo solo alcuni dei maggiori disastri avvenuti in terra nissena.

1867 - Miniera Trabonella - A causa dell’anidride solforosa prodotta da un incendio perirono 50 operai.
1873 - Miniera Saponaro - Per crollo di roccia si ebbero 6 morti.
1881 - Miniera Gessolungo - In seguito a scoppio di gas e conseguente incendio della solfara, perirono 65 persone ed altre 31 rimasero ferite. Le vittime furono seppellite nel cimitero costruito per l’occasione nell’omonima contrada. L’anno successivo venne fondato l’Istituto Maddalena Calafato per educare le orfane dei minatori deceduti nel disastro.
1882 - Miniera Iuncio Tumminelli - Si ebbero 41 opeari morti ed altri 54 feriti per asfissia con anidride solforosa, prodotta da un incendio causato dalla caduta di un vagonetto, carico di minerale solfifero, in fuga precipitosa lungo il piano inclinato per rottura della fune.
1911 - Miniera Trabonella - Per lo scoppio di grisou, provocato da una emissione continua, per cui si ebbero sei scoppi in meno di un’ora e fiamme e scoppi per dieci giorni, perirono 40 persone ed altre 16 rimasero ferite. La miniera fu poi ermeticamente chiusa. L’incendio era ancora attivo nel 1914.
1957 - Miniera Iuncio Tumminelli - Una frana investì un gruppo di zolfatai con il conseguente sprigionamento di grisou. Si contarono 6 morti.
1958 - Miniera Gessolungo - Lo scoppio di una miscela di zolfo e metano provocò la morte di 14 operai ed il ferimento di altri 58.

Miniera Provincia Minerale
coltivato
Causa Anno Morti
Arsa . Albona Pola (Istria) * Carbone (Lignite) Scoppio polvere di carbone 1940 185
Cozzodisi Agrigento Zolfo Scoppio di grisou 1916 89
Trabonella Caltanissetta Zolfo Scoppio di grisou 1863 82
Beth - Ghinivert Torino Rame-Calcopirite Valanga 1904 75
Virdilio Agrigento Zolfo Crollo (franamento) 1886 68
Gessolungo Caltanissetta Zolfo Scoppio di grisou 1881 65
Trabonella Caltanisetta Zolfo Asfissia per anidride solforosa 1867 50
Ribolla Grosseto Carbone (Lignite) Scoppio di grisou 1954 43
Tumminelli - Juncio (Gessolungo) Caltanissetta Zolfo Asfissia per anidride carbonica 1882 41
Trabonella Caltanissetta Zolfo Scoppio di grisou 1911 40
Sommatino Caltanissetta Zolfo Asfissia per anidride solforosa 1883 39

Gli undici più grandi disastri minerari che hanno colpito le miniere italiane dall'unità d'Italia a oggi.
Ricerca effettuata da Walter Scapigliati. (http://www.ribollastory.net/disgrazie7.html)

 

Gli infortuni ed i disatri minerari

“[…] E' degna di attenzione la quota elevata d'infortuni sul lavoro, che dà la classe degli solfatari, e specialmente de picconieri e de' carusi che lavorano nell'interno della miniera. Essi vanno esposti a frequenti pericoli. Qualche volta perdono la vita per gas irrespirabili che si sviluppano improvvisamente;

più spesso per franamenti, per scrollamenti parziali o totali delle volte delle gallerie. Per le stesse cause o per cadute dalle scale o in pozzi che nell'oscurità non possono evitare restano deformanti e privi di qualche arto. Non sono rari gl'incendi, che tagliano la via all'uscita; e si possono appena immaginare lora le scene di disperazione che si svolgono sottoterra e la cui descrizione da qualche lavoratore, miracolosamente salvato, desta raccapriccio.”

Leggi tutto...
 

Trabonella 1911

Disgrazia in minieraIl 20 ottobre 1911 nella miniera Trabonella, a causa dello scoppio di grisou ci furono una serie di esplosioni che uccisero 40 operai, ferendone 16. L'incendio che ne scaturì durò molti giorni e la miniera rimase chiusa per tre anni dopo l'evento.

La miniera era già tristemente nota per gli incidenti avvenuti nel 1863 quando sempre per uno scoppio di grisou erano morti decine di operai, e quella del 1867 che a causa dell'anidride solforosa liberatasi da un incendio provocò la morte di 42 minatori.

"Il dramma si compie il pomeriggio di venerdì 20 ottobre, per come ricaviamo dalla testimonianza dell'allora ingegnere del Distretto Minerario di Caltanissetta, Angelo Baraffael, un esperto geologo che tre anni prima ha dovuto assistere ad un panorama di distruzione ben più apocalittico, la Messina cancellata dal terremoto, dove lui, insieme, ad altri, sono stati inviati per visitare le zone colpite e designare quelle più adatte per la ricostruzione dell'abitato.

Quel pomeriggio, dunque, all'arrivo della notizia della disgrazia, accorre sul posto assieme ad altri funzionari e al direttore Bergmann, e viene informato che al pozzo d'estrazione Luzzatti si è verificata un'esplosione di grisou. Si tenta una ricostruzione dei fatti, che si può così sintetizzare. Poco dopo le quattro pomeridiane al pozzo si avverte uno scoppio, seguito da altri che vengono uditi all'esterno. Un paio di sorveglianti riescono a fuggire in tempo ed a salvarsi, dopo aver fatto risalire in superficie una ventina di operai. Ma seguono altre esplosioni, che sprigionano una nuvola di polvere di zolfo. Leggi tutto...
 

Gessolungo 1958

Era il 14 febbraio 1958 e all'interno delle gallerie del 7° e 8° livello accessibili dal pozzo Fiocchi della miniera Gessolungo, i martellisti del 2° turno del giorno precedente, cioè il 13, avevano predisposto ed effettuato i fori per la "volata". Nei fori veniva messo dell'esplosivo che una volta detonati aprivano nuovi cantieri. Il capo mastro si accertò personalmente che detti fori erano stati fatti a regola d'arte e cioè a forma di cuore al fine che lo sparo abbattesse più minerale possibile. Annullò un foro soltanto in quanto non effettuato a regola d'arte. Non ritenne però di annullarne un altro che era stato male ubicato e che probabilmente con l'esplosione avrebbe fatto "cannone" provocando danni.

Leggi tutto...
 

Scuole

L'associazione propone attività educative alle scuole al fine di far conoscere alle nuove generazioni il mondo delle miniere.

Presto online

Progetti

Un patrimonio da riscoprire e valorizzare. I progetti di recupero dell'associazione per ridare alla comunità pezzi di storia perduta.

Vai alla sezione...

Itinerari

Storia, natura, arte. Il periodo delle miniere ha lasciato al centro della Sicilia posti meravigliosi tutti da riscoprire.

Vai alla sezione...

Free business joomla templates