Forno Gill

Il Forno Gill è un sistema di separazione dello zolfo dal minerale greggio a forno di fusione di concezione più evoluta del Calcarone di cui costituisce il perfezionamento; è costituito da una serie di unità, pressoché uguali, poste in batteria. Venne introdotto a partire dal 1880 in Sicilia nelle miniere Gibellini e Racalmuto, di Cabernardi, […]

Calcaroni

Per ovviare al grande dispendio di minerale causato dall’uso delle calcarelle si pensò di ricorrere al rivestimento esterno della massa in fusione: nacque così il calcherone. Le opinioni circa la sua nascita sono comunque varie: si dice che nel 1842 vennero incendiati per vendetta alcuni cumuli di minerale destinato alla fusione nella miniera Chimento nei […]

Calcarelle

E’ il mezzo di fusione più antico che conosciamo; si tratta di un fosso costruito a piano inclinato, profondo nella parte anteriore molto più che in quella posteriore, in modo da permettere la colata verso un’apertura detta morte dell’olio, cioè la parte pura del minerale, quella che solidificandosi assumeva il caratteristico colore giallo. Con un […]

Piani inclinati e castelletti

Negli anni settanta del 1800 cominciarono ad essere introdotti i primi piani inclinati con sistemi di carreggio e i pozzi d’estrazione completi di castelletti e argano, perché decisamente più sicuri e convenienti, soprattutto in quelle miniere dove l’estrazione avveniva a notevole profondità. I piani inclinati utilizzati più frequentemente in Sicilia erano quelli a doppio effetto, […]

Metodo Frasch

Il metodo Frasch, che mise in crisi l’intera economia solfifera italiana, si distingue nettamente dai metodi tradizionali per l’estrazione dello zolfo in quanto si basava su una tecnologia che consentiva, in un unico ciclo di operazioni l’estrazione e la fusione del minerale con dei valori di purezza del prodotto non ottenibili altrimenti senza ricorrere alla […]

Discenderie e coltivazione per vuoti e per ripieni

Appurata l’esistenza di zolfo la prima cosa da fare era quella di scavare la discenderia, ovvero una via di accesso più o meno ripida verso il sottosuolo munita di gradini per agevolare e sveltire l’ingresso e la risalita dei lavoratori. Questa era munita in superficie di un cancello di ferro da chiudersi nei periodi di […]