Cronologia (II-III sec d.C. – 1959)

Risalgono a questo periodo i primi reperti archeologici che testimoniano l’estrazione dello zolfo in Sicilia. Si tratta di “Tegulae mancipum sulphuris” (“Tegole degli appaltatori di zolfo”) rinvenute nel territorio di Agrigento e di Milena (Caltanissetta). Lo zolfo venne utilizzato nell’antichità in campo medico, per preparare rimedi e unguenti, nell’arte tessile, nell’industria dei vetri e in […]

Crisi finale e dismissione del settore solfifero siciliano (1970 – 1989

I sotterranei della miniera Trabonella furono sigillati il 3 dicembre 1975. Solo l’impianto di flottazione rimase in attività, con minerale proveniente da altra miniera. L’unica miniera attiva nell’estrazione del minerale, all’interno del bacino solfifero a nord-est di Caltanissetta, fu la Gessolungo-Iuncio Tumminelli. Nei primi anni ’80 gli ultimi due impianti vennero costruiti all’interno della miniera […]

Le miniere soffocate dal clientelismo (1960 – 1970)

Finito il periodo della guerra di Corea la domanda di zolfo diminuì drasticamente, mettendo in crisi il settore minerario siciliano. Lo zolfo era prodotto a costi proibitivi, circa sei volte rispetto a quello ottenuto negli Stati Uniti dalla distillazione frazionata del petrolio (scoperta successivamente al metodo “Frasch”). La produzione italiana di zolfo, coincidente totalmente con […]

Ripresa produttiva con la guerra di Corea (1951 – 1959)

Alla fine degli eventi bellici, le riserve mondiali di zolfo, impoverite da un lungo conflitto mondiale (ricordiamo che lo zolfo fu un componente principale degli esplosivi bellici), e l’industria estrattiva americana non riuscirono a soddisfare la forte domanda generale di zolfo. Nonostante i danni causati alle miniere dalla guerra, l’attività estrattiva riprese con un ritmo […]

La crisi nel periodo della seconda guerra mondiale (1930 – 1950)

Dopo la liquidazione del “Consorzio Obbligatorio per l’Industria Zolfifera Siciliana” nel 1932, la maggior parte dei produttori chiese nuovamente l’intervento dello Stato. Ebbe così vita, con il R.D. 11 dicembre 1933, n. 1699, “l’Ufficio per la Vendita dello zolfo italiano”, con sede in Roma. L’ufficio riunì così, per la prima volta, in un unico organismo […]

La crisi a cavallo della prima guerra mondiale (1906 – 1930)

La perdita siciliana del monopolio dello zolfo spinse i produttori siciliani a ricercare un accordo con l’Union Sulphur americana per la spartizione dei mercati. “Si propose di non più esportare in USA la produzione siciliana; da parte loro gli USA non avrebbero dovuto inviare zolfo in Europa. Un accordo di questo genere non poteva essere […]

L’inizio del declino nel XX secolo (1900 – 1906)

La stabile politica commerciale della Compagnia Anglo-Sicula connessa ai miglioramenti tecnologici delle zolfare ebbero effetti positivi sulla produzione mineraria. Il 1901 fu, infatti, l’anno di massima produzione ed occupazione, in assoluto, delle zolfare siciliane: 537.543 tonnellate di zolfo prodotto con 38.922 operai. “Nel 1901 si raggiunse la massima attività del settore zolfifero Siciliano. […] si […]

Fondazione della “Anglo–Sicilian Sulphur Company” (1896)

Gli industriali inglesi interessati alla produzione ed al commercio dello zolfo e preoccupati dalla discesa dei prezzi, avanzarono delle proposte di riassetto commerciale. Nel 1896 si giunse alla costituzione della “Anglo – Sicilian Sulphur Company” su iniziativa di Ignazio Florio ed imprenditori inglesi. “[…] la compagnia […] si assicurò, ad un prezzo determinato, contro pagamento […]

Il sistema dei trasporti dello zolfo. La ferrovia (1860 – 1890)

Nel decennio post-unitario iniziò la costruzione delle rete ferroviaria siciliana. Ad eccezione della linea ionica, i tronchi ferroviari siciliani seguirono la dislocazione degli insediamenti solfiferi, tra luoghi di produzione, raffinazione e commercio. Questo collegamento tra ferrovie e zolfare si verificò, anche, nelle attività di alcuni costruttori di linee ferrate come, ad esempio, nelle famiglie inglesi […]

Unità d’Italia. Innovazione e crescita (1860)

Con l’unità d’Italia il sistema solfifero siciliano visse importanti innovazioni rimanendo comunque legato agli antichi problemi riguardanti i modi ed i rapporti di produzione. Il Ministro di agricoltura e commercio nel primo ministero Ricasoli, Filippo Cordova, originario della provincia nissena, istituì nell’ottobre 1861 una “Giunta per il miglioramento della coltivazione delle miniere di zolfo e […]