Bottegai e “Cogli Pizzami”

I bottegai erano chiamati in alcune miniere -ncantinara”, appunto perché la bottega della miniera prendeva spesso il nome di “cantina”. Era loro compito fornire i generi alimentari e tutto il necessario per il numeroso personale. Il meccanismo di vendita era il seguente: i lavoratori ricevevano un buono d’acquisto firmato da un capomastro su cui c’era l’indicazione dei generi che si volevano acquistare e il nome dell’operaio, così il bottegaio aveva cura di metterli in ordine per ogni singola persona e si faceva pagare direttamente dall’amministrazione al momento della paga, che avveniva alla fine del mese. Al bottegaio era inoltre lasciata libertà sui prezzi, così gli operai aventi diritto al sussidio in natura dovevano ritirarlo direttamente alla cantina, col risultato di essere costretti a prendere i generi di consumo a prezzi sensibilmente maggiorati, mentre sulla qualità di alcuni di essi non c’era da fare molto affidamento; ne qualcuno poteva intervenire e tanto meno l’amministrazione, che riceveva lauti guadagni secondo una percentuale precedentemente stabilita12. Per fortuna tale sistema, che ricordava molto il classico strozzinaggio, cominciò a scomparire del tutto, per cui il lavoratore delle zolfare ebbe riconosciuto il diritto di spendere il suo denaro dove gli sembrava più conveniente.

Per concludere la rassegna del personale lavorante si parlerà di una tipica figura, “lu cogli pizzami”, il quale raccoglieva i frammenti di zolfo fuso caduti dai carrelli o da altri veicoli di trasporto, che prendevano appunto il nome di “pizzami”, riuscendo talvolta a metterne insieme una cospicua quantità. i suoi arnesi erano la scopa, la pala, nonché uno “stirraturi”13.
A tale lavoro, per la sua facilità, erano addetti anche degli uomini dalla non piena capacità fisica; per questo rappresentavano lo spasso di altri lavoratori che ridevano dei loro difetti.

Autore dell'articolo: amicidellaminiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.